venerdì 10 dicembre 2010

I miei primi nove mesi.

Mi chiamo Bimbo, e sono nato 9 mesi fa.
Quando sono uscito dall'ospedale, il medico ha scritto sulla mia cartellina: "In adattamento alla vita". E infatti per circa due mesi non ho fatto altro che dormire. Appena mi sono adattato alla vita, ho smesso di dormire.
Ogni notte ancora adesso mia madre si alza dal letto e mi culla per circa un'ora, fino a quando sfinita, si addormenta sul divano tenedomi in braccio; e allora anch'io, finalmente, posso addormentarmi.
Ma dice che sono migliorato, perché quest'estate mi svegliavo ogni mezz'ora circa.
Sono biondino, e ho gli occhi di mamma, ovvero a volte verdognoli, a volte nocciola. Ho la pelle delicatissima.
Non ho mai voluto ciuccio e latte artificiale. In compenso mangio tutto, anzi sono molto goloso.
Ho una baby sitter che adoro, quando la vedo mi alzo sul seggiolone, sotto gli occhi impanicati di mia madre, e mi agito fino a quando non mi prende in braccio.
Gattono già da un mese, e già da un po' mi alzo in piedi appoggiandomi dove posso. Insomma sul seggiolone non ci voglio proprio più stare. e per fortuna mamma non ha mai voluto comprarmi un box.
So dire "mamma" e "papà".
Mi piace tanto giocare, soprattutto con i giochi di mia sorella.
Mi piace vederla ballare e saltare sul letto: per me è un vero divertimento: rido come un matto, e non vedo l'ora di farlo anch'io.
Voglio fare sempre giochi spericolati, e infatti mia mamma mi appella  in modo non troppo elegante. Speriamo che questo non leda la mia autostima in futuro.
Ho gli incisivi centrali superiori e inferiori. Quando voglio bene a qualcuno e voglio strappazzarlo di baci lo prendo per i capelli, lo tiro verso di me e gli mordo tutte le guance.
Generalmente gridano, ma io invece mi diverto un sacco.

Questo post naturalmente la mia mamma doveva pubblicarlo ieri, ma lei é sempre in ritardo.
E poi oggi é il compleanno di papà, e lei pensa che non ci possa essere regalo migliore che raccontargli all'infinito dei suoi figli.