giovedì 20 gennaio 2011

Da manuale

Lo so che sei stanco di partecipare a merendine, durante le quali a te attocca solo uno yogurtino plasmon, e al massimo un tozzo di pane.

Ci avevi provato già qualche mese fa. E avevi trovato una furba complice.
Avevi solo 6 mesi. Al parco, mentre eravamo tutti intenti a guardare le scimmiette che masticavano chewingam, la tua amichetta duenne, con l'ingenuo intento di giocare a fare la mamma, ti ha cortesemente offerto una patatina al formaggio.
Per fortuna sono intervenuta in tempo, ma un seimesenne che si lecca le dita che sanno di patatina in busta al formaggio non s'era mai visto.

E da quel momento, ahimé, é iniziato il tuo svezzamento parallelo: una piccola brioscina alla festa di E., una leccatina alla barretta di cioccolato il giorno di Natale, un assaggio della torta di F., un po' di cornetto ai frutti di bosco durante la colazione la mia amica P., fino alla merendina di sabato, quando hai assaggiato il tuo primo cipster, tra l'altro condito con tutti gli anticorpi del pavimento.

Lo zio stregone sa che Bimba ha dovuto aspettare ben due anni per assaggiare una barretta di cioccolata e una patatina fritta. Temo il momento in cui dovesse chiedere di te, Bimbo mio.
Mamma rischia un serio colloquio con gli assistenti sociali. Ma non so ancora se per tua sorella o per te.