lunedì 28 marzo 2011

Sogno o son desta

Realizzare un piccolo sogno così all'improvviso non é mica roba da tutti giorni.
Soprattutto se coincide con la domenica dell'ora legale.

No, non ho dormito tutta la notte: quello non é classificato tra i piccoli sogni, direi più che attualmente é un miraggio.

Però tra una sveglia notturna e l'altra , quando ho aperto gli occhi l'ultima volta erano le 11,00.
E ci sono andata proprio vicina al mio piccolo sogno un po' più grande: la sveglia alle 11,30.
Ieri é stata forse la domenica di marzo più calda e più bella del mese.

Trattamento di lusso, non c'é che dire, per la domenica mattina. 
Solo che Corie é una mal fidata, e il più delle volte ci indovina.
Infatti se Bimba dorme oltre le 8,00 del mattino c'é seriamente da preoccuparsi. E infatti non stava bene.

Bimbo nel frattempo mi aspettava nel suo lettino ancora vestito dalla sera prima (portato a cena a casa di amici, e messo a dormire con pantaloni di velluto e camicia pur di "non disturbare il suo sonno, che il sonno dei bambini é sacro ..."), con la camicia aperta e i capelli scomposti, tanto da sembrare un sedicenne dandy tornato ubriaco da una notte brava.

E il pic nic domenicale da preparare. A casa Bratter infatti per tradizione la domenica non si cucina. Si fanno i pic nic. Fuori o a casa non ha importanza. Noi alle tradizioni ci teniamo.
Considerando che non c'era né una fetta di pane né tantomeno di prosciutto, forse bisognava anche fare la spesa ...

Ergo: fare il bagnetto a Bimbo, lavarsi, vestirsi, fare la spesa, preparare la pappa a Bimbo, preparare il pic nic. Qualche volta svegliarsi alle 11,00 potrebbe avere dei risvolti non troppo funzionali.

Dopo un'ora di preparativi alla ridolini, compresi contrattempi, chissà perché Paul accende la TV.
Strano che Sky non si sia accorto dell'ora legale ... e neanche i vari TG ....

Sì, Corie è una malfidata, ma accanto ha un bravo maestro.
Non accorgersi che la sveglia elettronica si era già aggiornata da sola, e regolarla dunque due ore avanti  é roba da fuori classe....
E io che negli innumerevoli risvegli notturni vado spostando due volte le lancette degli altri orologi.

Niente da dire: Dio li fa e poi li accoppia.
Posta un commento