martedì 26 aprile 2011

Dal Nord al Sud

Non è perchè si é emigrati che si può dimenticare da dove si viene.
Le radici fanno l'identità. E le Feste comandate sono lì che ce lo ricordano, con scadenze fisse.

Perciò, se da quando sono emigrata ho rinunciato (malvolentieri) alla mozzarella di bufala, alla pizza fattaperbene, al limoncello doc, al casatiello di mammà,  non posso però prendere i voti del digiunotuttalavita, perciò mi sono rimboccata le maniche, e dieci anni fa ho cominciato a cucinare.
Da quando cioé sono emigrata per la prima volta. Al Nord, come qualsiasi emigrata che si rispetti.

Perché ci sono cibi che non sono solo cibi: hanno il sapore della nonna, della casa di mammà, delle vecchie amicizie, della propria città.

E al Nord gli ingredienti per fare la struffoli e pastiera li ho sempre trovati, anche al GS.
E anche quando sono emigrata verso il Centro Italia, anche lì li ho trovati, e fino all'anno scorso anche qui, dove abito adesso, all'estremo sud, nell'Isola della Penisola.

Fino all'anno scorso, per l'appunto.

"Mi scusi, ma dov'é il grano per pastiera che vendevate (ne sono certa) fino a luglio scorso esposto in questo scaffale?"

Riposta n. 1 all'impanicata domanda di Corie
"Le serve il grano precotto per la pastiera esattamente per fare cosa?"
Mah, non so, magari per imbottirci il tramezzino, lei che ne pensa?!?

Risposta n. 2:
"Signora, chi vuole che faccia mai una pastiera?"
Vabé, almeno più sincera.

Quindi, ricapitolando.
O emigrazione e globalizzazione non vanno poi così a braccetto;
O l'emigrazione in questa Regione é calata a picco;
O il problema é generazionale: le vecchie elaborate ricette della nonna non si cucinano più.

In ogni caso Corie al supermercato, dinanzi al commesso, ha provato la sgradevole sensazione di avere un grosso problema di identità.


Per fortuna esistono i negozi di dolci , e per fortuna esiste Nonna A.
E così anche quest'anno a casa Bratter c'è stato profumo di pastiera dal Venerdì Santo alla Pasquetta.

11 commenti:

Murasaki ha detto...

Ciao Corie, felice di conoscerti, bella casa tua... mi metto tra i tuoi follower anch'io!!

Cristina ha detto...

In ritardo, ma davvero di cuore, buon compleanno alla tua piccola :)
E poi..mi hai fatto venire una gran voglia di pastiera, vorrei saperla fare.. E' vero però che certi ingredienti ogni tanto spariscono, come è vero che si sta perdendo la voglia di cucinare..E' sempre il solito discorso della mancanza di tempo..Io sto insegnando a Elena..Non posso immaginare una vita di sapori preconfezionati..Non posso immaginare una vita senza gli aromi e i gusti con cui mi hanno cresciuta nonna e mamma..

madamadorè ha detto...

mali estremi ....estremi rimedi!
è che da quando la gs è diventata carrefour...non è più la stessa cosa!

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Io opto per l'ultima che hai detto...le vecchie ed elaborate ricette della nonna chi ha più il tempo di farle...ah sì, io!!!!!
Un bacio Corie

Potolina ha detto...

la terza che hai detto, secondo me...e concordo pienamente, i cibi, certi cibi, sono la materializzazione di ricordi, affetti, momenti e assaporarli è una coccola per l'anima!
p.s. augurissimi alla quattrenne!

Memole ha detto...

Adoro la pastiera...E' uno dei miei dolci preferiti...

Satoko ha detto...

Domanda: la pastiera la fai alla maniera sorrentina con la crema o alla maniera tradizionale senza?

Corie ha detto...

Cara Satoko, grazie per la domanda tecnica. Cominciavo a pensare che le mie amiche blogger non si fidassero molto della mia arte culinaria ...

Senza crema, solo col grano: ricetta partenopea.

Ciao compaesana!

Satoko ha detto...

Okay, anche io la faccio senza crema...però come dice Mr. Satoko con la crema è forse più buona? sono terribilmente indecisa ^^ magari dall'anno prossimo le faccio entrambi ;)

Lucia ha detto...

Come ti capisco! Anch'io sono emigrata dal Sud (Salento) al Nord ben 24 anni fa, quando mi sono sposata, ma le tradizioni, culinarie comprese, le ho portate con me... nel cuore. Sarà per questo che dopo tutti questi anni non ho ancora imparato a fare la polenta bergamasca? :-D
Buona, la pastiera! A Pasqua l'ho fatta anch'io :-)

Corie ha detto...

@Satoko: non so ... non l'ho mai provata quella con la crema ... ma non é detto che uno di questi anni non introduca la variante alla ricetta della nonna. Magari l'anno prossimo ci dfacciamo un post sulle ricette varianti della pastiera!
@Lucia: i sapori di casa sono sempre i + buoni ...