giovedì 16 giugno 2011

Previsioni a lunga scadenza

Meno di cinque anni fa, ma più di quattro, Corie aveva la sua bella Bimba nella pancia.
E lesse da qualche parte che per far nascere bimbi intelligenti bisognava ascoltare musica classica.
E Corie ci ha creduto. E così ha cominciato a fare qualsiasi cosa con il suo inseparabile lettore cd portatile e le cuffiette nelle orecchie.
Poi però le hanno fatto sapere che così non vale.
La bambina doveva ascoltare non attraverso i sensi della madre, ma attraverso i propri.
Ergo, facendo un rapido riepilogo ,Bimba aveva ascoltato per 35 settimane le vicende di Angela e Franco di Un posto al sole, oltre che circa 500 partite di pallone, compresi i campionati inglesi.
Invece che una piccola Einstein, Corie stava per dare alla luce una nuova velina.
Ma tant'é, i figli devono accettarsi per quello che sono.

Ieri c'é stata la recita a scuola.
Tra circa 15 bambine che sgomitavano per la prima fila, che si sbracciavano per ballare e cantare, la mia Bimba è rimasta per circa un'ora ferma al suo posto, tutta vestita da principessa, sorridendo alla sua mamma e ai nonni, e mandando ogni tanto qualche bacino.
Infine è arrivato il suo turno: la voce  non le usciva dalla gola, e la sua parte è uscita un po' confusa. E' tornata al suo posto un po' imbarazzata, forse un po' delusa.


Lei non sa, o forse fortemente lo sospetta,  date le orgogliose effusioni post recita mie e di Paul, che in casa Bratter siamo molto fieri di lei.
No, non credo che farà la velina, ce ne faremo una ragione.
Posta un commento