martedì 6 settembre 2011

C'é chi dice no

... e poi la smetto, promesso, con i titoli dei post musicali.
C'era una volta una coppia innamorata. Poi il giorno di un loro mesiversario lui le regala un anello e chiede a lei di sposarlo, e lei accetta felice. Decidono di sposarsi il girono del loro anniversario, poco prima di Natale.

Tornano in città e si mettono all'opera per organizzare il grande giorno.

Lei trova il vestito, insieme scelgono gli anelli.
Trovano, con qualche difficoltà, il posto per festeggiare.
E cercano disperatamente una chiesa in cui sposarsi.

Non è possible perché siamo in Avvento.
Non è possibile perché devo benedire le case in quel periodo.
Non é possibile perché dovete sposarvi nella parrocchia in cui andrete a vivere.
No, perchè qui possono sposarsi solo i residenti.
No, perché volete sposarvi qui solo perché io ho una bella chiesa.




 
La coppia innamorata c'é ancora, e vivranno per sempre felici e contenti, nella speranza che qualche sacerdote si ricordi. tra una cosa e l'altra, che tutto sommato impartire i sacramenti è ancora il suo mestiere.


12 commenti:

Elisabetta ha detto...

Ma che bel tipo questo sacerdote....noi ci siamo sposati il 26 dicembre e probabilmente essendo dopo il Natale nessuno ha fatto obiezioni!Auguri agli innamorati , è l' amore che conta non la carta!

Emily ha detto...

C'è la foto sopra le ultime righe del post... :(
Non sono riuscita a leggere fino in fondo...

Ninfa ha detto...

...speriamo che se ne ricordino!!! ...e comunque..l'importante è AMARSI...al di là di tutto e tutti...
un abbraccio affettuoso...
a presto

lafranciulla ha detto...

già.
ma c'è anche quello che ha sposato chi tutti i sacramenti non li aveva.
'sti sacerdoti...

Potolina ha detto...

cara Corie com'era bello un tempo quando bastava presentarsi all'altare con soli due testimoni e pronunciare le fatidiche frasi che avrebbero visto coronare il sogno d'amore degli sposi fortunati....sai, proprio come quei film in bianco e nero in cui non c'era necessità di chiedere tremila permessi, fare finti e proforma corsi prematrimoniali, in cui spesso trovi preti egocentrici che non fanno altro che sfoggiare la loro cultura( a me di corsi prematrimoniali è toccato farne due, ma è una lunga e un'altra storia), in cui non eri costretto a chiamare per forza il fioraio segnalato dal prete della parrocchia, compreso la cantante del coro, o costretto ad "affittare" la chiesa per quel giorno, sì, perchè un tempo di dava un'offerta a piacere, oggi c'è il listino prezzi!!! Meno male che la Fede è un'altra cosa!!!

El_Gae ha detto...

Mi sa che avete trovato un prete particolarmente talebano. Io, che suono spesso ai matrimoni, ho visto cose con queste miei occhi...

cooksappe ha detto...

vasco! :P

Rossella - Casa Lellella ha detto...

è proprio vero che senza "offerta" un prete non dice messa....

o almeno mia nonna diceva così (anche se lo diceva in dialetto siciliano e qualcosa cambia)

Puffola Pigmea ha detto...

.... io sono una stregaccia miscredente... ma al prossimo no, tu prova a dirgli "vabbè allora ci sposeremo in comune", vedi come cambiano subito idea!!!!!

Murasaki ha detto...

Vedi... per questo noi ci sposiamo in comune ;-)

Anonimo ha detto...

Mi trovi completamente in accordo, ci sono sacerdoti che somigliano un po' a quei cavalieri con cavallo e scudo, pronti a difendere antiche usanze fino allo stremo, senza "vedere" che è giunto il momento di mettersi al passo con i tempi e, in alcuni casi, è meglio favorire le richieste che rischiare di essere messi alla berlina per il resto della loro esistenza. Comunque concordo col suggerimento di Puffola, davanti a tal minaccia capitolano sempre! Magu. L'ago fatato di Magu blogspot.com

FaVa Pasiòn ha detto...

Complimenti per il blog!!!davvero originale!! Passa a trovarciii ^_^