mercoledì 28 settembre 2011

Fuori stagione

Sabato si torna in città.

Corie ha già provveduto a fare il grosso delle pulizie (per la verità  mi mancherebbe la libreria, la credenza, l'argenteria, il bagno grande ... quisquilie insomma ...)
si é dedicato al cambio di stagione negli armadi suoi e dei bambini:;
ha riempito la dispensa con ogni genere di detersivo, pasta olio e salsa;
Paul ha pazientemente portato in città le ultime 5 lavatrici fatte nella casa al mare.
Nel frattempo Corie la colf nella casa al mare continua a fare lavatrici su lavatrici (teli da mare, costumi, parei, lenzuola, tovaglie etc etc.) ;
stirare montagne di lenzuola (vabé, confesso, questo lo ha fatto Nonna Bratter);
recuperare pezzi di giocattoli, calamite e puzzle dietro (e sotto) i letti, il frigorifero e la lavastoviglie;
e  preparare squisiti pranzetti e cenette con quello che è rimasto in dispensa e nel congelatore: 1 confezione di pollo, 1 uovo, 1 passata di pomoro e 1 scatoletta di mais, confidando caldamente nella pizza e pollo da asporto.

E che dire delle mise rimaste nell'armadio dei bambini e nel suo: se ogni lavatrice finisce in valigia, rimane ben poco da mettersi, se pensiamo che il cambio di stagione (e di taglie) é in città e qui é rimasto ben poco.
Bimbo indossa le sue ultime magliettine manica corta taglia 12-18 mesi;
Bimba stamattina ha messo un vestitino per le feste con tanto di fiocco e coprispalle: l'anno prossimo non le andrà, tanto vale metterlo fino a che la temperatura non andrà sotto il 18 gradi.
E Corie stamattina ha messo i sandali e un un pantalone capri, che stasera finirà in lavatrice.
Cosa si metterà domani é un mistero, visto che le é rimasto solo un pareo.

E pensare che la settimana scorsa eravamo al mare.
E adesso piove così tanto che Bimba quando vede le pozzanghere mi chiede: "Mamma, qui ci tocco?"



Posta un commento