mercoledì 14 marzo 2012

Qualcosa é cambiato

Corie ha passato una settimana con mamma e papà, arrivati puntuali per il compleanno di Bimbo.
Anche questa volta aveva programmato 3 gite, sessioni di cucina e shopping, festicciole e spedizioni alle giostre.
E anche quest'anno il tempo inclemente ha corretto i programmi, e i giorni di ferie Corie li ha passati praticamente tutti in casa con mamma e papà, e con i bambini, che nel frattempo si erano beccati una mezza bronchite. Per fortuna sono guariti in tempo per la festa.

Nata e cresciuta col mito della sua famiglia, non é facile confrontarsi con una madre che ha avuto 4 bambini, insegnava greco e latino e aveva (una parte della) casa sempre ordinata a e pulita, le camicie del marito sempre stirate e ogni domenica piatti da chef. Povera Corie.
Per non parlare di suo padre: filosofo, coerente, loquace, romantico e ironico. Povero Paul.

Per la prima volta Corie si é sentita fiera di sé e dei suoi Bratter: con due (per ora) bambini, con un lavoro che non é quello che lei aveva sognato, con la casa in disordine, le camicie di Paul stirate una volta ogni 10 giorni, e i pic nic della domenica.
E con Paul, con le sue risposte concise, con le sue facce eloquenti e con le sue serate passate davanti alle partite.
Soprattutto Corie ha smesso di indagare le ragioni dell'amore altrui, per scoprire che forse in amore non bisogna sempre chiedersi perché, ma come.




12 commenti:

Palmy ha detto...

Ho cominciato a leggere il premio del giveaway... mi sto facendo quattro risate, è simpaticissimo!

Corie Bratter ha detto...

Bene! Aspetto allora una piccola recensione a fine lettura!

valepi ha detto...

Che bello leggerti così Corie.
Mi hai trasmesso un sacco di serenità.

Maggie ha detto...

ecco, io sono come te, forse peggio.
i miei sono genitori di nove N-O-V-E, io la seconda. mia mamma ha sempre lavorato nel campo che l'appassiona, mio padre era un prestigioso avvocato tutto ad un pezzo. la casa non è mai stata perfetta ma sempre dignitosissima, i pranzi e le cene sempre ottimi, gli orari perfetti. fa un pò te come mi devo sentire io adesso con due (per ora).
cioè, meglio se non mi lamento.
che se poi aggiungiamo che a quell'epoca non esistevano praticamente gli ascensori (non nel mio palazzo, 4 piani di scale), le valigie con le rotelle, il servosterzo, il bimby, (nella casa di vacanza prestata nemmeno la lavatrice) e tutte le diavolerie che si inventano per i neonati per essere auto-cullati (e funzionano!) allora potrei anche sotterrarmi. poi faccio come dici tu, e penso a noi. e cerco di essere fiera di quello che faccio senza fare paragoni. (la cosa buffa è che mia mamma non li fa mai, anzi, è lei che mi ammira. che gran donna!)

Corie Bratter ha detto...

Ecco maggie, é proprio come dici tu: sono loro che dicono di ammirare noi ... Ma non sanno quanto il loro esempio ha contato per noi ...
Ma NOVE????? Ma secondo me gira e rigira ci conosciamo ...

@valepi: ti ringrazio, ogni tanto fa bene riconoscersi delle piccole conquiste !

Satoko ha detto...

Bel post ;)

Cristina ha detto...

Grazie cara di questi pensieri che condivido perchè sento un po'miei..Spesso davanti all'occhio benevolo ma critico di mamma cerco di spiegarle che i tempi sono un po'cambiati, che i ritmi sono diversi..In realtà poi mi rendo conto che i miei tempi sono diversi, che i miei ritmi sono diversi e che, grazie anche al suo esempio, sto andando avanti con il mio carico di imperfezioni, ma anche con tante piccole, dolci soddisfazioni. Prima di salutarti, ti invito se hai un momento a passre dal mio blog, c'è un'iniziativa di primavera in corso, cui mi piacerebbe partecipassi :) Buona giornata. Cris

Cristina ha detto...

Ah, altra piccola cosa..Ho aperto un gruppo di discussione su Facebook sul tema della scuola, l'ho chiamato "Mamma la scuola!" e lo trovi qui https://www.facebook.com/#!/groups/124262597701776/

Corie Bratter ha detto...

verrò sicuramente!

6cuorieunacasetta ha detto...

Insomma, si fa quel che si può... non stiro e la mia casa è un disastro.
In effetti, anche a me non risultava nessun post dall'inizio di febbraio!

Adriana Riccomagno ha detto...

Bravaaa, bellissimo questo post! Trasmetti un grande senso di serenità!

Maggie ha detto...

sai corie, anche secondo me ci conosciamo!!! ahahahah il mondo è piccolo!