sabato 30 gennaio 2016

Voli acrobatici e pattini a rotelle, Fannie Flag


Sookie, 60enne madre di 4 figli, ha appena festeggiato il matrimonio della sua terza figlia, e si gode il meritato riposo con suo marito Earle.
In città la conoscono tutti:  è la figlia dolce e comprensiva di Lenore, una vera diva mancata, una leader in ogni circolo del paese, con un passato romanzesco e un presente ancora sfolgorante.
Una lettera ufficiale dal Texas, peró, le rivela di non essere la vera figlia di Lenore, ma di essere stata adottata.
In realtà è figlia di immigrati polacchi, e il suo vero nome è Ginger.
Sookie inizia così a dover affrontare  a 60 anni una delle prove più difficili, perché tra le cose che diamo più per scontate, che è la ricerca di sé  stessi, al di là di quello che cihanno raccontato fino a quel momento.
Il romanzo viaggia parallelo su due epoche: i nostri giorni, dove segue le vicende di Sarah Jane e della sua famiglia, e gli anni '40, dove si ripercorre la storia della vera famiglia, dalla gestione della stazione di servizio alla partecipazione alla seconda guerra mondiale.

Prima volta con Fannie Flag. È una di quelle autrici che avevo posteggiate in wishlist da un po', di cui parlano tutti bene, ma che poi non mi decidevo mai a iniziare.
Quando si parla dei suoi libri, la frase più ricorrente è "Leggera ma non banale". Senz'altro ha uno stile scorrevole, merito evidentemente anche della traduttrice.
Questa volta il tema trattato è quello dell'adozione e della identità: quanto conta sapere chi sono i nostri veri genitori per dare una definizione di noi stessi. È questo il percorso che tenta Sarah Jane, che pur tra mille esitazioni e incertezze, mette in discussione se stessa e prende le distanze con più facilità dalla sua ingombrante madre adottiva. Distanze che finalmente gettano luce sulla sua personalità, e che la aiutano a guardarla da un nuovo punto di vista, più tenero, più comprensivo.
Il rapporto madre-figlia é il secondo tema portante del libro. Non è stato facile avere una madre come Lenore, sempre carica di aspettative sulla figlia:l o sa bene Sookie, che infatti sarà con i suoi quattro figli una madre accomodante e sempre disponibile.
Infine, la guerra. Uno spaccato di storia americana fin qui poco conosciuto: chi conosce le Wasp? Si tratta del corpo di aviazione femminile americano, che ebbe un'importante ruolo nel secondo conflitto mondiale, e che fu poi insabbiato subito dopo la risoluzione della guerra.
La lettura è stata divertente, molto ironica, magari in qualche punto un po' prolissa, ma sempre piacevole.



Titolo: Voli acrobatici e pattini a rotelle
Autore: Fanny Flagg
Pubblicazione: Milano : Rizzoli, 2014
Pagine: 393
Questo libro partecipa alla Reading challenge LGS come libro bonus.
Posta un commento