domenica 28 agosto 2011

A cena con Bimba

Deve essere successo quando l'ho portata a vedere il Lago dei Cigni.
Uscire col vestitino elegante, vedere uno spettacoli di grandi, da sole io e lei, essere coccolata tutta la sera.

Se poi aggiungiamo che questo é il momento fashion victim della mia quattrenne, il desiderio di uscire la sera ci sta tutto. Perfortuna si accontenta ancora di mamma e papà. A occhio e croce, ancora per poco.

E così Corie e Paul hanno organizzato una pizza con la loro Bimba, lasciando a casa il piccolo Bimbo.

Ha avvertito tutta la spiaggia e tutte le amiche della nonna, si é preparata cira un'ora prima dell'ora di uscire, ha assistito la mamma nella scelta dell'abito per l'occasione, ha fatto in modo che il fratellino non la vedesse uscire, promettendo su qualsiasi cosa che il giorno dopo lo avrebbe coccolato a dovere.

La prima cosa che Bimba ha imparato uscendo a cena con i genitori è che se anche una pizzeria si chiama Peter Pan non é detto che i camerieri siano tutti vestiti da Peter Pan, Trilly e Capitan Uncino.

La seconda é che non per forza bisogna far sapere al cameriere che lei é nata prima del fratello.

La terza è che in pizzeria é possibile mangiare le patatine fritte prima della pizza, e non dopo.

E così mamma Corie si è ricordata perchè a casa Bratter vige la regola inversa. La pizza a forma di palloncino non ha riscosso il successo dovuto e Bimba ha voluto alzarsi da tavola.
Molto diffcile impedirlo ad una quattrenne portata appositamente in una pizzeria all'aperto, dove tutti i genitori portano i figli proprio perché possano alzarsi e andare a giocare.

E così Corie e Paul hanno trovato Bimba insieme a tre bimbi più o meno della stessa età, ai quali insegnava che non é possibile arrampicarsi sugli alberi ... che si sarebbero fatti male ... che non é educato ...

E così Corie ha convenuto con Paul che per quella sera non si sarrebbe dovuta sentire in colpa per aver soprasseduto alle rigide regole di casa Bratter.
Posta un commento