venerdì 9 agosto 2019

I Medici, Matteo Strukul

I Medici #01
I Medici #02
Ho letto questa tetralogia tutta di fila, con il solo intervallo di Erri De Luca, battendo ogni mio record di bradiposa lentezza nell'affrontare i sequel.
Vero è che avevo i primi due libri in cartaceo, e, nell'attesa del sospirato kindle, ho divorato quello che avevo in libreria.
E poi, appena è arrivato il mio amato ereader, ho completato la lettura. 
I Medici #03
Una grande soddisfazione per me, che generalmente vedo la fine dei sequel come un miraggio lontanissimo. Le mie ossessioni compulsive, unite alle deformazioni professionali da bibliotecaria, mi danno il tormento quando mi capita di iniziare una serie  non dal primo volume.  
Questo, a onor del vero, più che un sequel, è una saga. Iniziata come trilogia, è stata poi aggiunto un quarto volume dedicato a Maria de' Medici. 
Si tratta di quattro biografie dedicate rispettivamente a 
Cosimo il Vecchio, Lorenzo il Magnifico, Caterina De' Medici, Maria de' Medici.
I protagonisti fanno parte tutti della stessa dinastia, ma  in realtà sono volumi autoconlcusivi.
Senz'altro il Rinascimento italiano è uno dei miei periodi storici preferiti. Si presta moltissimo a essere romanzato, grazie anche alle figure femminili che ne hanno tirato le fila, e determinato una complicatissima e precaria rete di alleanze e matrimoni. 
I Medici #04
Ho trovato il taglio storico molto divulgativo. Non ci sono digressioni sulla politica internazionale, nè lunghe spiegazioni sulle inimicizie politiche italiane. Spesso sono andata a rivedermi i fatti storici su  Wikipedia per poter contestualizzare meglio.
Meglio le storie delle due regine di Francia, dove la guerra di religione tra ugonotti e cattolici è più approndita e fa da sfondo a tutte le vicende.
Come l'autore stesso ha dichiarato, si tratta di un grande feuilleton: intrighi, sangue, cospirazioni, spionaggio, battaglie (quella di Anghiari merita davvero), passioni travolgenti. 
Tutto è narrato secondo l'umanità dei personaggi, in uno stile che ho travato molto scorrevole, perfetto per una lettura più leggera. Un meritato Premio Bancarella.
Ho letto tutto con gran voracità, e con grandissimo interesse la storia di Maria de' Medici, seconda moglie di Enrico IV di Borbone (Parigi val bene una Messa, per capirci) che non conoscevo proprio. Ero rimasta al matrimonio di Enrico con Margot, figlia di Caterina. Ho cercato il ciclo di dipinti che Rubens dipinse per lei al Palzzo del Lussemburgo, di cui si parla copiosamente, e ne sono rimasta affascinata.

Sarei andata oltre, sinceramente, so che la famiglia Medici ha altre storie da raccontare, e semmai Strukul dovesse decidere di anadre avanti,  lo seguirò.


I Medici
1. Una dinastia al potere
2. Un uomo al potere
3. Una regina al potere
4. Decadenza di una famiglia 
Pubblicazione: Newton Compton


Nessun commento: